La mia prima macchina fotografica era poco più di un giocattolo, ma con essa sono riuscita a scattare delle bellissime foto. 


In seguito con la mia prima vera macchina fotografica regalatami da mio padre alla prima comunione, anche lui fotografo, ho iniziato il mio percorso per diventare un vero fotografo di riferimento per i futuri sposi. 


Successivamente mi sono innamorato della fotografia sportiva, attività che oggi mi porta a viaggiare in tutta Italia.


Il punto di forza del mio lavoro è riuscire a catturare il giusto momento, quando tutti i dettagli si combinano in una bellezza armoniosa.
Ogni volta che premo il pulsante dello scatto, è come se conservassi ciò che sta per sparire.


Con l'avvento del digitale, il nostro lavoro sembra essere alla portata di tutti, ma è di fondamentale importanza puntualizzare la differenza. 


Citando una celebre frase di Robert Heinecken

" c'è una grande differenza tra lo scattare una foto e fare una fotografia " 

 

                                                          RAFFAELE VENTURA